12.jpg
EYE OF RAY
 
 

"STATEMENT"

Transizione, ovvero uno stato ascrivibile a tipo definito, instabile, dinamico, camaleontico, polimorfo, tutto questo è adesso, Eye of Ray. Fondato da Martina Formilli Fendi, creativa che sfida le definizioni, ha deciso di voler dare voce al suo percorso di evoluzione, interpretando questo progetto personale come uno specchio, una terapia d’urto in risposta a tutte le incertezze smosse da questo periodo.

 

 

Eye of Ray è il raccoglitore di opere di vario genere, fluidi, ibridi che trovano forma nella mission del founder, la sostenibilità. Una filosofia basata sul motto “reuse, recycle re-dye”, applicata alla protagonista di tutte le opere, la materia prima e la sperimentazione di essa.    Il processo di creazione si appoggia sull’atto della distruzione ricostruzione di un oggetto, non esiste l’impiego di uno schema da utilizzare ma semplicemente è l’artista che si fa guidare dal proprio flusso creativo in nome dell’arte stessa.


In un mondo dove siamo tutti alla ricerca di una direzione, Eye of Ray si fa portavoce dell’indefinito, a questo punto, assaporiamo tutti insieme il percorso.

script by Noemi Baris

RAYERS FOREVER